Fotografo di matrimonio: come sceglierlo

AIl fotografo amato o temuto che sia è presente in ogni matrimonio: ci hai mai fatto caso? La tradizione, il desiderio dei ricordi, la moda, le richieste di nonna.. ognuno ha i suoi motivi per ingaggiarlo, ma lui c’è sempre! Quel giorno arriva carico delle sue attrezzature professionali e ti accompagna durante tutta la giornata con lo straordinario compito di consegnare quelle emozioni straordinarie all’eternità attraverso i suoi scatti. Proprio per il suo ruolo così importante, scegliere il fotografo di matrimonio giusto può essere difficile.

Cerchiamo allora di semplificare questo processo decisionale in 6 passi.

1. Hai mai pensato a cosa desideri dalle tue fotografie di matrimonio?

La scelta della presenza del fotografo è quasi scontata, quasi obbligata, che piaccia o meno l’idea, ma ti sei mai chiesta cosa desideri che le fotografie esprimano, raccontino e trasmettano? Sapere questo è il primo passo per fare la scelta giusta. Prendi il tuo diario e fai una bella lista: sarà la tua bussola nella ricerca.

2. Perché è importante scegliere un fotografo professionista?

Capito cosa vuoi dalle tue fotografie di matrimonio, devi orientare la tua ricerca rispetto al mercato fotografico e il primo bivio sta nello scegliere tra un professionista e un amatore. Ovviamente ti sconsiglio la seconda via. Un giorno così importante merita tutte le garanzie necessarie che solo un fotografo professionista di matrimonio può darti attraverso:

  • esperienza
  • curriculum e formazione
  • doppia o tripla attrezzatura (le macchine fotografiche possono sempre rompersi)
  • disponibilità alla stipula di un contratto che tuteli te e il tuo investimento
  • referenze di coppie che hanno già lavorato con lui
  • capacità di gestione dei ritmi e degli spostamenti del giorno delle nozze che, come è risaputo, ha una timeline piuttosto complessa e articolata
  • capacità di relazionarsi con gli altri fornitori al fine di rendere la giornata piacevole per tutti gli operatori: il fotografo non può e non deve rapire gli sposi per sessioni estenuanti, mai!
  • nessuna improvvisazione

Tanti parametri da valutare, vediamo di capire da dove iniziare.

3. Come cerco il fotografo di matrimonio?

Molto probabilmente all’inizio della tua ricerca il miglior modo per farti un’idea sulle possibilità da valutare è quella di scorrere qualche googlata con i parametri che ti interessano che potranno riguardare lo stile o la posizione o l’esperienza o qualsiasi cosa avrai ritenuto importante nella prima analisi.

Se ad esempio avrai valutato che per te è importante la comodità e la vicinanza dello studio, la tua ricerca potrebbe essere: “fotografo matrimonio + il nome della tua città”. Per esempio “Fotografo matrimonio Venezia” o “Fotografo matrimonio Treviso”

Se invece avrai valutato come fondamentale per te lo stile potrai effettuare ricerche come “Fotografo di matrimonio reportage” o “Foto matrimonio non in posa” o “Foto matrimonio emozionanti” e così via.

In questo modo viene fatta una prima indicizzazione, ma ovviamente non è sufficiente a creare una lista di possibili candidati. Quindi puoi procedere visionando le gallery, i profili e le recensioni online.

4. Come decido a quale fotografo chiedere informazioni?

Devono accadere due cose per convincerti ad una contatto diretto:

  1. Devono piacerti le fotografie ma non piacerti e basta, devono farti sentire le farfalle nello stomaco. Si tratta di ricordi troppo importanti per essere solo piacevoli, ci vuole l’emozione.
  2. Deve piacerti il fotografo da un punto di vista artistico ovviamente, ma anche umano. Ogni sito contiene la biografia del suo autore ed è importante che tu possa ritenerlo una persona con cui andare d’accordo. Chiaramente il colloquio servirà a capire meglio quest’aspetto, ma avere una buona prima impressione è comunque importante. Il fotografo sta con te durante tutto il tuo grande giorno e deve riuscire ad essere discreto e positivo e per fare ciò è chiaro che deve essere una persona che ti fa sentire e tuo agio. Non ti può stare antipatico insomma!

Se un profilo risulta vincente rispetto ai due parametri indicati sopra, ossia ti piacciono le foto e lo stile di uno studio, non avere alcun timore di contattarlo per ulteriori informazioni e per un preventivo. Gli strumenti sono molteplici: mail, social, for, dei contatti, telefono. Dovendoti proporre la cosa dal mio punto di vista per me la cosa migliore è sempre quella di avere l’occasione di parlare con te perché in questo modo mi è possibile capire innanzitutto se sono il fotografo giusto e in secondo luogo qual è la soluzione migliore come progetto fotografico da proporti.

5. Come posso chiedere un preventivo per il servizio fotografico di matrimonio?

Quando non ci sono pacchetti standard c’è bisogno di alcune informazioni per elaborare un preventivo:

  • Data (deve essere libera!)
  • Orario della cerimonia: se la mattina il servizio ha una durata, se la sera un’altra e ovviamente
  • Location: mi sposto tranquillamente nel raggio di 5 provincie senza rimborsi di trasferta, ma nel caso fossimo oltre devo fare una valutazione
  • Desiderio della presenza di un secondo fotografo: ho uno staff di professionisti, non di scattino improvvisati, quindi devo accertarmi della loro disponibilità e presenza
  • Desiderio di realizzazione di un album e se sì di quale fra gli oltre 30 modelli disponibili

Ecco perché una mail come “Buongiorno, desidero un preventivo per il servizio fotografico del mio matrimonio” oppure “Quanto costa il servizio fotografico di matrimonio” risulta difficile da evadere per motivi logistici. Quindi, ogni fotografo professionista sa che le richieste non sono vincolanti né garanzie di contratto, ma sarà ben più lieto di poter dare ai clienti un riscontro accurato piuttosto che una risposta lacunosa e non rappresentativa della sua professionalità.

Chiedi senza paura, telefona, scrivi e valuta la possibilità di un appuntamento o di una video-call per testare la persona oltre al prezzo e al servizio, perché è quello che deve fare la differenza.

6. Cosa mi devo aspettare dall’incontro col fotografo?

In appuntamento devi sentirti a tuo agio col fotografo, devi sentirti libera di porre le domande che desideri e trovare risposte esaurienti. Devi avere la possibilità di tutelare quanto ti stato promesso attraverso un contratto. Devi sorridere sinceramente almeno una volta ed emozionarti attraverso le fotografie.

Un altro elemento importante sono le tempistiche: quanto prima prenotare il servizio fotografico di matrimonio? Consigli e info qui:

http://www.matteomichelino.it/blog/matrimonio/quanto-prima-prenotare-il-fotografo/

Fotografo matrimonio Villa Revedin

Oggi sposi…