Foto in posa: cosa significa davvero

 

Foto in posa o no? Questo è il dilemma! Le più recenti tendenze per le fotografie di matrimonio in stile reportage che è conosciuto come quello più spontaneo. Nella foto di posa è il fotografo a dirti come metterti, mentre nel reportage no, giusto? Sni.. Vediamo di capire meglio.

La foto in posa negli anni ’80

Chiaramente se pensiamo agli album di famiglia dei nostri genitori e nonni, riconosciamo in quello stile una foto in posa che non piace più. Il rapporto con le immagini è cambiato ed anche i gusti fotografici ovviamente. Ora il desiderio è quello di avere ritratti spontanei e veri di quello che accade nel tuo grande giorno, non le belle statuine tipiche di quell’epoca. Siamo d’accordo, ma la fotografia si  evoluta in tutti i suoi campi nell’ultimo trentennio, compresa la posa.

Perché la foto in posa non piace?

La scelta di eliminare come possibile stile per il proprio servizio fotografico la foto in posa, parte dal presupposti come questi:

 “Non voglio che il fotografo mi dica come mettermi”

 “Se mi metto in posa vengo malissimo”

“Non sono a mio agio davanti alla macchina fotografica”

“Preferisco far finta che il fotografo non ci sia sennò mi irrigidisco”

Tutto legittimo e comprensibile, ma questi atteggiamenti restano legati a un’idea di foto in posa che è orami superata da tempo e che difficilmente ti verrebbe proposta da un fotografo oggi.

Come è cambiata la foto in posa?

Chiarendo subito il fatto che amo lo stile reportaggistico e che è quello che mi rappresenta e mi permette di esprimermi al meglio, devo avere l’onestà di spiegare la grande incomprensione che si cela dietro la “messa in posa”.

Oggi come oggi realizzare una foto in posa significa semplicemente collaborare con gli sposi per avere la massima resa estetica possibile nell’ambiente in cui ci troviamo.

NON SIGNIFICA quindi chiederti:

  • un sorriso innaturale
  • di guardare  fisso in macchina
  • assumere una posa forzata
  • di non essere spontanea e a tuo agio

SIGNIFICA invece:

  • ottimizzare la luce
  • valorizzare il contesto
  • mantenere la verità della scena
  • amplificare la bellezza espressiva

CONCRETAMENTE la foto in posa oggi può chiederti:

  • 5 minuti di tempo nell’arco del tuo giorno più bello per realizzare qualche scatto particolarmente creativo
  • di posizionarti in un luogo piuttosto che in un altro per dare maggiore intensità ai giochi di luce
  • di incamminarti in una direzione che permette di sfruttare le prospettive della location
  • essere te stessa tranquillamente

Un bravo fotografo è un artista che fa della formazione, del confronto con gli altri professionisti, della ricerca, della sperimentazione il suo pane quotidiano. Saprà senz’altro creare equilibrio nel racconto senza forzature o pose fittizie, anzi valorizzando i luoghi che avrete scelto con un tocco di artisticità senza tempo.

28

00005