Stile fotografo matrimonio professionista

Non è posa, non è reportage.. scopri la Fotografia Emozionale

Ci sono molti aspetti importanti da considerare: curriculum, affidabilità, riconoscimenti, stile, empatia, ma oltre a valutare questi elementi c’è da chiedersi che cosa può darti di unico e peculiare.

Mettendomi nei panni della sposa mi sono chiesto: perchè lei dovrebbe scegliere il mio studio e non un altro? In queste righe ho cercato di sintetizzare la risposta a questa domanda descrivendo il nostro metodo di lavoro.

Il nostro studio è specializzato in Fotografia Emozionale.

Crediamo che il fotografo debba essere pronto a condividere le tue sensazioni, a viverle con te perchè solo in questo modo è possibile scrivere un racconto autentico e sincero del tuo giorno più bello.

Il fotografo di matrimonio non è semplicemente un tecnico, né un artista, ma è parte integrante della riuscita del servizio: ci dev’essere intesa tra te e lui, umanamente prima che stilisticamente, deve metterti a tuo agio e condividere la tua visione per poterla valorizzare davvero negli scatti.

Così nasce un fotografia emozionale, un’immagine capace di smuovere l’anima e coinvolgere chi la guarda portandolo dentro l’evento. L’abilità tecnica è imprescindibile per caricare ogni immagine di grande calore ed energia.

Se la fotografia riesce a provocare, in chi la guarda, un senso di “appartenenza” a ciò che è rappresentato, se permette una connessione tra soggetto, fotografo ed osservatore, allora è una fotografia emozionale.

Sappiamo di essere riusciti nel nostro intento quando le future spose guardando le gallery riescono a emozionarsi e desiderare questo stile per il loro servizio fotografico.

Il fotografo che scatta una foto emozionale deve:

  • partecipare emotivamente all’evento che sta vivendo
  • padroneggiare in modo del tutto naturale e spontaneo la tecnica fotografica
  • essere rapido nello scatto e discreto nei movimenti
  • essere pronto a lasciarsi ispirare da ciò che accade, senza accontentarsi mai

La sposa che sceglie per il suo matrimonio la fotografia emozionale deve:

  • desiderare scatti carichi di grande intensità
  • trovare un fotografo che sappia metterla perfettamente a suo agio
  • apprezzare le cose vere e autentiche
  • essere semplicemente se stessa

Il segreto per riuscire a realizzare tutto questo sta nella relazione che si crea tra il fotografo e gli sposi. Per il nostro studio questo è un aspetto assolutamente fondamentale del metodo di lavoro, un metodo che abbiamo chiamato L.O.V.E.

L per Legame: il fotografo deve lavorare molto anche prima del matrimonio, perchè deve costruire un rapporto di fiducia e conoscenza. Quando la mattina delle nozze busserà alla tua porta, dovrai avere la sensazione di aprire ad un amico, non a uno sconosciuto.

O per Occhio fotografico: la lettura fotografica della realtà è fondamentale e deve essere del tutto spontanea e naturale negli occhi del fotografo. Non può perdere tempo a controllare gli scatti o essere insicuro sul da farsi. La sua visione della realtà è fatta di linee, prospettive, forme e volumi da armonizzare tra loro nello scatto.

V per Verità: non amiamo tutto ciò che è finto o costruito nello scatto così come nella post-produzione. Infatti scegliamo di attenerci a elaborazioni grafiche che valorizzano la realtà senza alterarla.

E per Emozione: questo ormai lo hai capito. La tua emozione e la nostra emozione condivise per poter stare bene assieme, per divertirci e creare un racconto autentico.

Quello che sposi e fotografo mettono nelle foto è un sentimento bellissimo: quando l’amore si vede può essere fotografato e una fotografia è per sempre, preziosa non solo per chi l’ha vissuta ma anche per le future generazioni. La foto è memoria, connessione, condivisione, un linguaggio universale e senza tempo.